Home » trasformazione

trasformazione

Nello Zen un Maestro non è un semplice insegnante. In tutte le religioni ci sono solo insegnanti. Ti insegnano materie che non conosci, e ti chiedono di credere, poiché non c’è modo di portare quelle esperienze nella sfera oggettiva: neppure l’insegnante le ha conosciute – ci ha creduto, e ora trasmette a qualcun altro il proprio credo.

Lo Zen non è un mondo di credenti; non si addice a coloro che hanno fede, bensì a quelle anime audaci in grado di lasciar cadere ogni fede, ogni mancanza di fede, dubbi, ragione, mente, ed entrare semplicemente nella loro pura esistenza, priva di qualsiasi confine. Ciò porta con sé un’incredibile trasformazione.

Pertanto, lasciatemi dire che, mentre gli altri sono impegnati in filosofie, lo Zen si coinvolge in una metamorfosi, in una trasformazione. È una vera e propria alchimia: ti trasforma da vile metallo in oro. Ma il suo linguaggio dev’essere compreso non con la ragione, né con la mente intellettuale, ma con il tuo cuore amorevole. Oppure limitandosi semplicemente ad ascoltare, senza preoccuparsi del fatto che si tratti o meno di verità. All’improvviso viene un momento in cui vedi ciò che in tutta la tua vita è sempre stato inafferrabile. All’improvviso si aprono quelle che Buddha chiama “le ottantaquattromila porte”.

Osho Zen: The Solitary Bird, Cuckoo of the Forest Chapter 6

Inezie simili:

4 Responses to “trasformazione”

  1. Fogliadivite says:

    conosco un po’ la filosofia zen avendo praticato lo yoga, è davvero un modo di vivere, io non sono più la stessa e il mio angolo di visuale è profondamente mutato

  2. alessandra says:

    vero? io ho praticato yoga solo per un periodo, ma nell’ultimo anno ho letto un paio di libri e soprattutto ho iniziato a riflettere su alcuni spunti di osho…. ed è proprio così, cambia l’angolo di visuale…. si raggiunge un equilibrio diverso…. anche nei momenti bui 🙂

  3. pierthebear says:

    ciao yas.in splinder ho sentito parlare altre volte di Osho e di meditazione in generale…ho anche provato a leggere qualcosina..ma se nn si a una capacità/calma dentro nn si puo mettere in pratica niente..io nn riesco…ciao Yas..uno smak..Pier

  4. alessandra says:

    ciao pier…. la calma dentro di sè la si deve conquistare…. e direi anche che è una conquista da rinnovare ogni giorno 😉

    prova a pescare una carta e a meditare sul concetto che ti viene proposto: i tarocchi zen di osho

    😉 yas

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.