Home » l’attesa

l’attesa

Le tue labbra,

primule

di questa stagione

riposale sulle mie

sfiorandomi,

come desiderio

che si accarezza

nei propri sogni.

 

Addormentale

alle finestre curiose

dei miei occhi inquieti,

soffiando distillato

il tuo sorso di pace.

 

Placale

in piccoli morsi

di mutuo desiderio,

tracciando strade

dove non ci son confini.

 

Le tue labbra,  

da sole

sapranno andare

mentre noi vaghiamo,

in confuso sentire

fra spire di logica

e i boccioli muti

di un’emozione.

Inezie simili:

4 Responses to “l’attesa”

  1. stefanone says:

    ah che uomo fortunato! 🙂

  2. alessandra says:

    uhm…. forse…. dovrei dirglielo 😉

  3. focalizzazione dell’impercettibile… o del diversamente percettibile. se lo capisci sei a un buon unto. bella poesia… anche se nulla è poesia e tutto lo è 🙂

  4. alessandra says:

    grazie…anche se in realtà sono al punto in cui non capisco… forse dovrei limitarmi ad accettare… il percettibile e l’impercettibile 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.