Home » nuove considerazioni inutili

nuove considerazioni inutili

Veniamo trattati per come ci lasciamo trattare.

Anni per arrivare a questa conclusione. Non si può dire che io sia rapida a recepire.

Inezie simili:

  • nessuna

12 Responses to “nuove considerazioni inutili”

  1. anno 2001.. un amico ‘mo, ogni uno, è solo così forte quanto tu lo lasci essere’.. – praticamente yas, la stessa cosa.. – bacio

  2. loripanni says:

    Cio’ che conta non e’ il tempo ma che ci arrivi dal di dentro.

    … un po’ come nel fare l’amore 🙂

    Questo passo di Erri De Luca mi e’ tornato alla mente leggendo il tuo post: “…cercar risposte dagli altri e’ come calzarsi al piede una scarpa d’altri, che le risposte uno se le deve dare da se’, su misura. Quelle degli altri sono scarpe scomode.” (da “Tu, mio”)

  3. ROCKPOETA says:

    Vero nei rapporti interpersonali. Quando invece si é in una posizione sociale di debolezza ci si può ribellare ma non é scontato il risultato.

    Daniele il Rockpoeta

  4. utente anonimo says:

    O per come vogliamo che ci trattino?

    Stefano

  5. alessandra says:

    @ monia: già 😉

    @ loripanni: grazie per la visita e per la citazione… che condivido in pieno!

    @ Dani: la mia coscienza individuale è molto più marcata della mia coscienza sociale…

    @ Stefano: no, non sono d’accordo

  6. utente anonimo says:

    Secondo meccanismi inconsci è sottinteso

    Stefano

  7. alessandra says:

    Sì, ho pensato a questa cosa dei meccanismi inconsci quando ho letto la tua risposta…. però… allora più che “voler” essere trattati in un determinato modo per me entra in gioco lo spirito di sopravvivenza …o di convenienza 😉 …

    ovvero una pulsione inconscia che fa agire in un certo modo per evitare conseguenze desiderate a livello conscio ma temute a livello inconscio.

    uhm… forse era la stessa cosa a cui ti riferivi tu…. solo che per me non è “volontà” …

  8. utente anonimo says:

    Già, ma i confini tra la volontà e la pulsione o l’istinto non sono precisissimi

    Stefano

  9. alessandra says:

    può essere … nella mia personale visione, la volontà è legata al livello conscio, mentre le pulsioni sono legate al livello inconscio, ma non sono una psicanalista quindi potrei utilizzare termini che in contesti più accademici vengono utilizzati in maniera diversa 😉

  10. Filemazio says:

    ciao.

    si, sono perfettamente d’accordo….

    e non è importante quanto tempo ci si mette ad arrivarci, importante è arrivarci.

    ciao

    filemazio

  11. elois@ says:

    …non ci vuole poi così tanto a capirlo…piuttosto ci vuole tanto ad ammetterlo…ma come si dice: meglio tardi che mai 😉 …carina la nuova “casetta”…kiss

  12. steff says:

    questa frase è quanto più di non-psicanalitico ci possa essere; molto concreta, presente, ottima base per una ricostruzione.

    (tra parentesi sarebbe ora che freud venga lasciato dov’è, ossia nel 19esimo secolo – la psicologia è progredita tanto quanto le altre scienze, da allora!)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.