Home » Spizzichi di cronaca

Spizzichi di cronaca

Così ieri sera abbiamo debuttato a porte aperte, lezione di teatro al cospetto di un (non troppo folto) pubblico che ha assistito alle nostre improvvisazioni sui dove e sui chi. La prima improvvisazione si è svolta in uno studio medico e ne sono stata spettatrice, sorridendo per come i miei compagni hanno riprodotto dettagliatamente l’ambiente e per come hanno vissuto la scena. Credo di non aver mai gustato così tanto in precedenza le nostre prove, ho riso e sorriso, e soprattutto sono rimasta catturata da una energia più forte di quella che normalmente si avverte a lezione, una energia più determinata e focalizzata, che ci ha portato ad avvertire quasi sempre quando in scena c’erano già persone a sufficienza, o quando la scena stava terminando e necessitava di una chiusura. Non avrei immaginato che saremmo riusciti ad esprimerci con tanta compiutezza: ora, non esageriamo… non abbiamo fatto nulla di eccezionale, ma ho avuto la netta sensazione che ciò che compivamo avesse una forma. E già questo è stato una piacevole sorpresa.

A rebours, lo scorso week end l’ho trascorso a Mestre, con due amiche speciali (lei e lei), e sono tornata con una coscienza ambientale rinvigorita (grazie, Sara!) nonché una tendenza filo-vegetariana (anche se temo che prima di abbracciare il vegetarianismo ne passerà di tempo… ). Intanto, faccio colazione con frullati di frutta che bene dovrebbero fare… Pigolare “fru-lla-to” alla mattina appena sveglie, sfogliare libri di ricette e sperimentare quelle che più ci incuriosivano, vedere Alice in Wonderland con gli occhialoni 3D che ci davano un’aria più buffa del solito, girovagare per Padova e fermarsi a mangiare in un delizioso ristorante indiano, gustare lo spettacolare caffè Pedrocchi con la menta sono solo alcune delle cose che abbiamo fatto in questo bel week end (un altro un altro un altro… speriamo di non far passare nuovamente un anno e mezzo prima di organizzarne un altro!).

Così ora vado felice a zonzo nel parco, complice l’aria primaverile e incurante delle nuvole grigie, guardo le margherite e i primi non-ti-scordar-di-me e sorrido stupita… sono tornati a spuntare, timidi e azzurri, e non l’avrei mai detto! Intanto leggo Nebbia, che in fondo è proprio una nivola… ma di questo scriverò non appena arriverò all’ultima pagina.

Inezie simili:

2 Responses to “Spizzichi di cronaca”

  1. monia says:

    mi piace l’idea di ale nel parco.. inmezzo a tanti fiorellini 🙂 …oggi ancora cupo.. ancora è grigio.. ma la meteo ha detto che sarà una giornata stupenda.. intanto vado a fare la doccia.. sorrido.. felice giornata alebella

  2. Bibi says:

    gnam gnam ^^

    spettacolino di donna e oggi un giorno speciale per te, e emozione di quelle più belle. goditele tutte, fino all’ultimo centesimo di sorso d’aria 🙂
    mi sembra di vedere il tuo sorriso, con il capo leggermente piegato a sinistra e verso il basso, con le labbra piegate all’insù e gli occhi che guardano pieni di amore.
    sì, sei bellissima Ale 🙂
    B.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.