Home » All that Jazz

All that Jazz

Blue Note New York Avevo fretta un tempo. Fretta di arrivare, non so ben dove. Per questo non amavo il jazz, al punto da considerarlo persino noioso. Invece è semplicemente presente: non corre avanti e non si imbambola nella contemplazione del passato.

Il jazz si gode il momento, nella pienezza di una improvvisazione di sax.

Forse è questione di età o di maturità. Forse sei pronto per la vita quando apprezzi il jazz.

Inezie simili:

One Response to “All that Jazz”

  1. Titti says:

    Ciao Alessandra, ti ho “incontrata” nel blog di Bibi e, incuriosita sono venuta a trovarti qui anche per capire come fosse il tuo blog. Se era tra quelli che io definisco urlati. E invece mi sembra di essere in un delizioso salotto. E perfino con la muisca che adoro e che ascolto sempre. Sono pronta per la vita?
    Io non ho un blog ma, se hai tempo e voglia, fatti un giri su veganblog.it (sono Titti) dove pubblico le mie ricette, sempre con un commento jazz!!!
    Con simpatia e sintonia!
    Titti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.