Home » Neve

Neve

di Orhan Pamuk

 

Neve, Pamuk Pamuk ti afferra e ti porta in Turchia. E’ sufficiente un accenno alle strade di Istanbul per sentirne nelle narici l’odore, per provare una nostalgia irrefrenabile e l’impulso di correre a prendere il prossimo volo. Per lo meno, questo è l’effetto su di me, che in Turchia sono stata, seppure per una manciata di giorni.

Più in profondità, fra le righe di Pamuk vive il dissidio fra Oriente e Occidente, e la Turchia appare davvero luogo di confine, area cuscinetto e terreno di confronto fra Islam e laicità.

Neve è un lungo racconto di sapore surreale, incantato nello spazio temporale di una nevicata che ha tagliato fuori dal mondo Kars, città di confine fisico e al contempo metaforico. A Kars si consuma un colpo di stato teatrale, che ha lo scopo di impedire la vittoria degli integralisti alle elezioni comunali: un’imposizione della libertà, si potrebbe definire, in un paese dove i passanti possono rivelarsi poliziotti in borghese o appartenenti ai servizi segreti.

Integralisti, nazionalisti curdi, comunisti, polizia segreta, poeti islamici e poeti amici dell’Occidente, attori-politici e politici appartenenti al Partito Islamico: in questo complicato scenario la laicità sembra una lezione estranea, mentre per le ragazze di Kars che si battono per il velo libertà non è scoprire il capo ma poterlo coprire.

Nessuno può capirci da lontano – dice uno dei personaggi, al termine del libro. Ed è esattamente questo il senso che Neve mi trasmette, con la medesima intensità provata mesi fa in Siria, quando parlai con un palestinese. Non puoi pensare di capire il Medio Oriente guardandolo con le categorie dell’Occidente, e forse neppure puoi adottare categorie diverse, se vieni da un altro mondo. Come un turco non può essere occidentale: questo gli abitanti di Kars insegnano e ricordano a Ka, il protagonista di Neve.

Inezie simili:

One Response to “Neve”

  1. monia says:

    …nessuno può capirci da lontano.. stupenda.. io la espanderei.. non solo a paesi e culture.. ma a personalità.. perchè bisogna viverla in prima persona.. tutto il resto.. è contorno.. – un bacio grande ale :-*

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.