Home » Non di sole lacrime

Non di sole lacrime

E non è soltanto questione di pianto: giovedì sera corso di teatro a suon di schiaffi (e calci). La scena di commedia che mi è stata assegnata nulla al momento sembra avere di divertente, ancorchè nel film da cui è tratta sia a dir poco esilarante. Il film in questione è Travolti da un insolito destino e la scena è l’inseguimento con le botte sulla spiaggia.

Oltre a non aver mai posto particolare attenzione alla bravura dell’attore che riesce a vivere le proprie emozioni in scena e pertanto a trasmetterle al pubblico, non ho mai considerato lo stress fisico (e psicologico) cui viene sottoposto chi si trova ad impersonare l’oggetto di una aggressione. Guardiamo al cinema una scena violenta pensando che in fin dei conti è tutto finto. Ma i colpi in scena sono finti? Diciamo che sono calibrati, mirati a non fare davvero male. Ma l’effetto che si produce sul soggetto, o meglio sull’oggetto di tali colpi, è vero: vera è la paura, vera la reazione emotiva.

Così sono scoppiata in lacrime. Lacrime che avrei dovuto riservare alla tragedia, invece sono finite in commedia.

Inezie simili:

2 Responses to “Non di sole lacrime”

  1. monia says:

    ooooh ale :o( ..vero.. non avevo mai considerato più di tanto questo ‘fenomeno’.. ma poi.. queste sensazioni.. uno se le porta dietro? ..buona domenica.. un abbraccio

    • alessandra says:

      Moni, queste sensazioni rimangono in aula ed in fin dei conti è liberatorio…. diventa una valvola attraverso cui sfogare le proprie paure. Però sul momento è faticoso dal punto di vista psicologico… mi viene in mente un paragone buffo: è come fare sport, mentre lo pratichi fatichi tanto, dopo ti senti meglio…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.