Home » Volersi bene

Volersi bene

Mentre verso nel tegame le carote e le zucchine tagliate a cubetti (se non precisi quanto meno accurati), aggiungo le spezie e mescolo, penso che cucinare è un atto d’amore. Certo, non tutta la cucina è atto d’amore, ma permettetemi di non specificare cosa non lo sia… E vado avanti a ricordare quante volte ho sostenuto che cucinare per sé soli non valga la pena, altrettante volte trascurando me stessa. Quanto tempo ci vuole, che lungo cammino è l’imparare a volersi bene!

Stasera invece, pur sapendomi destinata ad una cena solitaria, ho disposto le verdure, preparato il cous cous, in sottofondo la voce di Gianmaria Testa che cantava il Valzer di un giorno.

Così ecco finalmente una ricetta che posto con piacere, perchè sono giunta ad un livello di messa a punto che mi soddisfa (anche se pure questa volta ho scoperto a posteriori una cosa: ovvero che i semi di coriandolo si devono macinare e non mangiare interi! Ahi, sarà grave se per una volta li ho mangiati interi?). Signore e signori, ecco il mio couscous speziato alle verdure!

Couscous speziato alle verdure

Ingredienti (per 2 persone)

1 cipolla piccola (io ne ho usato una rossa)
2 carote
2 zucchine
70 gr di ceci lessati (io li ho lessati ieri sera)
160 gr di couscous
una piccola manciata di uvetta sultanina
curry, curcuma, paprika, semi di coriandolo
olio EVO

Tempi di preparazione: 30 minuti circa

Procedimento:

Lavare e pelare le carote, lavare le zucchine, tagliare le une e le altre in piccoli cubetti.
Lavare una manciatina di uvetta sultanina e metterla in ammollo in un bicchiere d’acqua.
Tritare la cipolla e farla appassire in un tegame con un po’ d’olio. Appena la cipolla inizia a sfrigolare e a dorarsi, aggiungere le carote e dopo un paio di minuti le zucchine. Aggiungere mezzo cucchiaino di semi di coriandolo, mezzo cucchiaino di paprika, mezzo cucchiaino di curry e mezzo cucchiaino di curcuma (se preferite potete un po’ largheggiare con le spezie… senza esagerare!). Mescolare e aggiungere di tanto in tanto un pochino d’acqua per evitare che le verdure si attacchino al fondo. Dopo 5/6 minuti aggiungere i ceci lessati e l’uvetta sultanina precedentemente ammollata. Continuare a cuocere per altri 10 minuti circa, aggiungendo un pochino d’acqua se necessario. Quando le verdure sembrano cotte, spegnere il fuoco (a me piacciono piuttosto al dente, nel caso le preferiate più morbide non dovete far altro che continuare la cottura sempre aggiungendo acqua se del caso). Inoltre, io non aggiungo quasi mai sale, ma questo è il momento in cui – se lo ritenete necessario – potete regolare di sale… quindi spegnete e lasciate riposare mentre vi dedicate al couscous.

Le istruzioni per la preparazione del couscous possono variare a seconda del tipo. Il mio era couscous semi-integrale e l’ho preparato così: ho versato in una pentola 160 gr di couscous, aggiunto un cucchiaio scarso di olio e mescolato. Ho portato a bollore 150 gr di acqua e l’ho versata sul couscous, ho messo il coperchio sulla pentola e ho lasciato riposare per due minuti. Quindi ho aggiunto un altro cucchiaio scarso di olio, messo la pentola sul fuoco (molto basso) e portato a bollore, facendolo cuocere per poco più di un minuto. Ho spento la fiamma e ho sgranato il couscous con la forchetta.

A questo punto non rimaneva altro che disporre il couscous sul piatto di portata e coprire con le verdure speziate precedentemente preparate. Semi di coriandolo a parte (che mi piacciono pure, ma avranno controindicazioni?), che avrebbero dovuto essere macinati, a mio gusto ho raggiunto il couscous quasi perfetto!

Inezie simili:

3 Responses to “Volersi bene”

  1. Titti says:

    Che magnifici campi di lavanda!!!!!
    E pure la ricetta è da tener presente!

  2. Notedicucina says:

    Semplice, leggera e verdurosa. Proprio come piace a noi :-)! Sul fatto che cucinare sia un atto d’amore… Beh… Ci sentiamo chiamati in causa. Dal primo giorno in cui ci siamo conosciuti la cucina è divenuta un modo per inventare, giocare e condividere emozioni, così come la musica. Due grandi passioni che ci accomunano e che ogni giorno contribuiscono a tenerci avvinghiati l’uno all’altra. Perdonaci, hai tirato fuori il nostro animo romantico… 😛

  3. alessandra says:

    @ Titti: grazie 🙂 bacio

    @ Notedicucina: verdurosa… avete ragione, il couscous qui si smarrisce in mezzo alla montagna di verdure ehehehe 🙂
    ed evviva l’animo romantico 😉 La mia metà sta diventando “verdurofago” per amor mio… (ops, sarà perchè in casa non gli faccio trovar altro ultimamente?)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.