Home » Il popolo ha fame, comprate il tricolore!

Il popolo ha fame, comprate il tricolore!

Sabato 9 al Barrio’s saremo in scena con Il popolo ha fame, comprate il tricolore! spettacolo ispirato alla rivoluzione francese e agli ideali di  libertà, uguaglianza, fratellanza.

Della preparazione di questo spettacolo e della bravura della insegnante/regista racconterò dopo, oggi voglio solo invitarvi a venire a vederlo e chiedere agli amici se hanno voglia di condividere l’invito sui loro blog.
Venite a vederlo non perché recito anch’io, ma perché lo spettacolo è bello, i temi sono attuali (la rivoluzione francese? non solo, ma anche lo scontento e la rabbia che oggi pervadono la società e che sembrano non sapere dove e come incanalarsi in modo costruttivo) e i miei compagni di scena sono bravi.

E perché andare a teatro è un’esperienza, sempre.

Il popolo ha fame, comprate il tricolore!

9 marzo 2013
Inizio Fiera: 19:30. Inizio spettacolo: 21.
Teatro EDI Barrio’s, via Barona, angolo via Boffalora, Milano
Info e prenotazioni: 3384606518, [email protected], www.teatring.it

Regia: Marianna Esposito
Assistenza alla regia: Verdiana Asaro
Con: Chiara Azzolari, Aldo Bianco, Elena Cirioni, Davide Clerici, Maurizio Gigliotti, Alessandra Gorlero, Diana Lecchi, Elena Manca, Georgiana Morosanu, Verena Pratissoli, Alessandro Talamonti

tricolore

Il cuore del quartiere Barona di Milano diventerà una piccola Parigi, dove il popolo francese venderà la libertà, l’uguaglianza e la fratellanza, in un mercato all’aperto, cercando di convincere spettatori e passanti della necessità di questi prodotti. Uguaglianza, libertà e fratellanza troppo a lungo negati, esplodono nella creazione di oggetti, concetti, astratti o concreti, esposti alla mercé di chiunque e venduti, presentati, caldeggiati.Non arriviamo alla Bastiglia. Quello che ci interessa è la piccola palla di neve che diventa valanga. Quello che vogliamo è entrare nello scontento, sporcarci le mani nella miseria, nel bisogno e nella frustrazione. Scoprire da dove nasce, dove è nata, la ribellione, il senso di dignità, orgoglio e rivalsa, che hanno creato la più importante rivoluzione della storia moderna.

Quelli che vedremo in scena non sono personaggi famosi. Sono tutti membri del popolo, del clero, della nobiltà, i cui nomi non sono scritti sui libri. Ma ognuno di loro è stato parte di quel cambiamento e ha sudato per ottenerlo. A rischio della propria stessa vita.

Lo spettacolo costringe lo spettatore a muoversi di continuo, talvolta a spiare, per vedere la vita dei personaggi. L’obiettivo è la Bastiglia. La domanda è: qual è, nel 2013, in Italia, la Bastiglia?

Inezie simili:

2 Responses to “Il popolo ha fame, comprate il tricolore!”

  1. Souvenir says:

    Quella a Modena?

  2. Barbara says:

    dopo aver visto lo spettacolo parzialmente itinerante e di piazza, come si confà alla migliore delle proposte rivoluzionarie, posso dire che ho gradito particolarmente il portare in scena non un solo punto di vista ma attraverso i personaggi la visione di tutti i protagonisti della rivoluzione.
    la bastiglia 2013, io credo, è la nostra coscienza.
    brava Ale, molto arrabbiata nel tuo dolore difficile da esprimere, mi sei piaciuta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.