Home » Facebook (ovvero… un post impegnato)

Facebook (ovvero… un post impegnato)

Toglietemi Facebook: lo apro non appena mi collego ad Internet, lo lascio in background durante il lavoro o quando sono a casa, lo uso come sistema di Instant Messenger, lo uso come mail, lo uso in fin dei conti per comunicare al mondo i fatti miei.

E allora parliamo proprio di questo: l’inarrestabile esplosione del “fenomeno Facebook” su cosa fa leva se non sul desiderio di protagonismo, di comparire, di comunicare al mondo i fatti propri?

Siccome non tutti possiamo partecipare al Grande Fratello televisivo, per accontentare anche noi che ne rimaniamo ai margini arriva la Grande Sorella Rete, e ci offre questo fantastico strumento di show off.

Attraverso Facebook metto in piazza la mia rete relazionale: anzi, tutti diventano amici… anche i conoscenti o gli amici degli amici… perchè magari fa comodo, ma anche, e aggiungerei soprattutto, perchè faccio vedere che ho più conoscenze di te…

Attraverso Facebook mostro il mio lato più bello: le foto accuratamente selezionate, che parlano di me, dei miei viaggi, della mia vita. E ancora, attraverso Facebook comunico il mio stato: come mi sento, cosa sto facendo, cosa sto pensando… (o comunque, comunico quello che voglio far sapere agli altri, che può essere una versione distorta, parziale, miticizzata di me stesso…).

Ed infine le innumerevoli applicazioni di Facebook, che parlano della musica che mi piace ascoltare, dei libri che leggo, dei posti che visito, degli interessi che coltivo… per non parlare dei test di cui posso pubblicare l’esito sul mio profilo, i gruppi virtuali cui mi posso aggregare, i personaggi più o meno famosi di cui posso diventare Fan, e così via….

Facebook, può piacere o no, segna la democraticizzazione del “personaggio pubblico”: attraverso Facebook diventiamo tutti personaggi pubblici, quando non addirittura “oggetti mediatici”, in questo favoriti anche dalle “pagine” ad hoc dove è possibile promuovere la propria attività ma anche sè stessi. L’esperimento che sarebbe da provare è la creazione di un personaggio virtuale che attraverso Facebook diventi una vera e propria celebrità, sostenuta da centinaia di fans: non sarebbe certo il primo caso nella Rete, quello che sto dicendo è solo che con Facebook tutto ciò è estremamente più facile e alla portata di tutti.

Infatti, facciamo un passo indietro: già da qualche anno la voglia di protagonismo e il desiderio di costruirsi una “celebrità virtuale” sono le molle chiave del proliferare dei blog. Ma scrivere un blog è impegnativo: richiede per lo meno capacità di scrivere o di offrire selezioni di contenuti significativi, o belle immagini: richiede insomma che ci sia dietro una qualche sostanza… Inoltre diffonderlo richiede tempo e richiede di costruire una rete relazionale e coltivarla con costanza.

Facebook invece abbrevia i passaggi e rende tutto estremamente più semplice: parto dalla mia esistente rete relazionale (volendo, la importo direttamente dai miei contatti email…); da questa aggiungo per prossimità altri contatti; mi esprimo in maniera basilare e limitata (poche frasi, qualche immagine, per lo più di me stesso); posso raccontare tutto quello che faccio e tutti i miei interessi in maniera “pre-compilata” (attraverso i test e le applicazioni).

Semplificazione estrema, democraticizzazione del protagonismo: diventiamo tutti protagonisti, diventiamo tutti oggetti mediatici. Coerente, estremamente coerente con lo spirito del nostro tempo…

Adesso scusate, vado a coltivare me stessa su Facebook …. magari, se mi avanza tempo, dopo esco e coltivo anche la mia vita 😉

Be Sociable, Share!

Inezie simili:

  • nessuna

5 Responses to “Facebook (ovvero… un post impegnato)”

  1. stefanone says:

    beh dacci nome e cognome che ti si aggiunge 😛

  2. alessandra says:

    ahahahah giustissimo 🙂 in pieno facebook style 🙂

  3. bibibrici says:

    effetto identico, per me.

    in più lascio aperti collegamenti ad una miriade di altre cose.

    credo che sia insito nel nostro dna e quindi inarrestabile a meno di una disintossicazione totale che comunque mi rifiuto di intraprendere :))

  4. pierthebear says:

    ciao yasmina,ma che dici?cosè che fai?facebook cosa?sono troppo indietro!!!ciao da un’bear un po perso!;)

  5. alessandra says:

    http://www.facebook.com

    o “il faccialibro” 😉 è un sito di social networking che consente di rimanere in contatto con i tuoi amici/conoscenti 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.